Chi siamo

Storia

Siamo cinque cugini che nel 2012 hanno preso un’importante decisione e in controtendenza: rilevare l'attività di famiglia e tornare a coltivare ortaggi, verdura e frutta a Monteprandone.

Partendo dall'impegno quotidiano in campagna sino alla vendita online, ogni azione è finalizzata ad accrescere e garantire la genuinità dei prodotti.

Prodotti

L'offerta della nostra azienda familiare è composta da ortaggi e verdure da noi coltivate nel periodo primaverile-estivo: fave, piselli, pomodori, zucchine, melanzane, peperoni, patate, cetrioli, fagiolini, insalate, bietole, spinaci, cicoria, cipolle oltre a meloni e cocomeri.
Nel periodo invernale invece ci dedichiamo alla raccolta di finocchi, cavolfiori, verze, broccoli, cavoli cappuccio, insalate, endivie, spinaci, bietole, cicoria, radicchio, porri.

Tra le nostre cultivar a carattere storico vantiamo la Lattuga Rossa della Sentina, per la quale siamo Agricoltori Custodi (vai al link).
‍Per completare l'offerta i prodotti agroalimentari sono reperiti da partner ed amici che quotidianamente raccolgono prodotti per i nostri negozi.

Vision

Nel mercato alimentare convivono diverse tipologie di produttori e rivenditori, che variano in base alle dimensioni in ogni stadio della catena distributiva.
Avendo osservato da vicino le dinamiche del settore intravediamo l'opportunità di creare una rete, una comunità di produttori e consumatori che assieme potranno ricreare un modello di identità alimentare locale.

Crediamo di avere la responsabilità di essere dei buoni vicini, nel mantenere le nostre proprietà e quelle dei partner nelle migliori condizioni, rendendo le produzioni ed i nostri campi una risorsa per la comunità che la sostiene.
La sostenibilità in agricoltura è possibile solo attraverso aziende e consumatori attenti, che non rispondano esclusivamente alle logiche di mercato.

La ricchezza del sistema locale dipende dalla ricchezza di relazioni economiche e sociali che si creano. Siamo consapevoli del ruolo che l'agricoltura ha avuto nel modellare il territorio e l'attuale panorama agricolo può garantirne la preservazione adottando valori ambientali, culturali e sostenibili.

Torna alla Home